Make your own free website on Tripod.com

 

 

Conviene giocare al Lotto?

 

No. Al lotto bisogna giocare per divertirsi, non per vincere.

Il lotto infatti e’ un gioco a probabilita’ negativa… e le probabilita’ sono molto negative. In particolare il calcolo delle probabilita‘ dice che:

Ambata: si perde in media il 37%

Un numero: 42%

Ambo: 38%

Terno: 64%

 

Questo vuol dire che per ogni 10.000 lire giocate su un terno, in media (nel lungo termine), se ne perdono 6.400. Giocare 10.000 lire alla settimana per tutto l’anno comporta dunque una spesa media annuale di oltre 300.000 lire, che raddoppiano con le due estrazioni settimanali.

 

Recentemente, il Bookmaker GLOBET ha introdotto scommesse sul Lotto, in particolare sui numeri ritardatari. Le quote non sono ancora sufficienti per vincere, ovviamente, ma sono comunque decisamente piu’ convenienti di quelle proposte dallo Stato italiano...

 

 

Funzionano i sogni o i ritardi, al Lotto?

 

"Guarda, e’ uscito quel numero ritardatario! Se l’avessi giocato…"

"Mia zia ha fatto un sogno ed ha vinto al Lotto giocandosi i numeri: funziona!"

Quante volte abbiamo pensato o sentito dire qualcosa del genere? Vincere sembrerebbe molto facile, secondo queste sensazioni "a posteriori"… e allora perche’ quasi mai non lo e’ poi, quando si gioca veramente?

Il meccanismo che interviene si chiama "selezione percettiva": si evidenziano e ricordano mentalmente i casi in cui "si sarebbe vinto", e si dimenticano rapidamente tutti gli altri, quelli perdenti.

Riguardo ai ritardi, come e' noto, moltissima gente e’ portata a pensare che un numero che non esce da molte estrazioni abbia maggiori probabilita’ di uscire. Addirittura si cita la "Legge dei grandi numeri" a sostegno di questa tesi... nulla di piu’ sbagliato, purtroppo, come potra’ confermarvi un qualsiasi esperto di matematica o statistica: la legge dei grandi numeri funziona solo per gli eventi futuri, e non ha nulla a che vedere con quelli passati.

Un numero in ritardo da 100 settimane, dunque, ha esattamente la stessa probabilita’ di uscire di un numero che e’ appena uscito. Questo invalida anche i sistemi, molto utilizzati e disastrosamente perdenti, chiamati “a progressione”, o “montanti”, o “a massa variabile”, nei quali si varia l’entita’ dell’import scommesso finche’ non arriva una vincita: da evitare assolutamente!

 

 

In TV c’e’ l’esperto del Lotto.. in edicola vedo molte riviste... possono essermi utili?

 

No. L’esperto in TV, come qualsiasi altro esperto, come qualsiasi rivista, come qualsiasi supersistema, ha le stesse probabilita’ di indovinare le estrazioni del Lotto che ho io, o mia zia, o chi sta leggendo (a meno che non si siano organizzate estrazioni truccate… ^_^)

 

 

Conviene giocare al Superenalotto?

 

No. Per il superenalotto valgono gli stessi discorsi fatti per il lotto, con la differenza che la perdita media e’ di circa il 66% (jackpot esclusi, che pero’ normalmente non modificano moltissimo la situazione).

L’unico vantaggio del Superenalotto e’ che permette vincite enormi anche con giocate modestissime, e questo puo’ alimentare nel giocatore il fattore divertimento, la speranza di cambiare vita, etc. tutti ottimi motivi per giocare, purche’ poco!

Ma certamente non e’ il caso di impiantare grossi e costosi sistemi con l’obiettivo di guadagnarci: se proprio si vuole rischiare giocando contro le probabilita’ ci sono giochi ben piu’ convenienti!